marostica notizie

TORNA A MAROSTICA L’ETRA PER LA FRAZIONE ORGANICA. MA IL BILANCIO 2018 SEMBRA DI UN CARROZZONE. COME HA VOTATO IL SINDACO?

Il servizio di recupero/smaltimento della frazione organica per Marostica va all’Etra, che ha presentato un’offerta di 0,11 euro al kg +iva.Il contratto stipulato va dal 15/10/2019 al 31/12/2020 con una previsione totale di spesa di 93.522,46 euro.
Ma l’Etra è una società pubblica partecipata del Comune di Marostica con un totale di 70 Comuni della provincia di Vicenza, Treviso e Padova.E cosa ha da dire Mozzo di questa partecipata in cui sono in lotta Lega e PD per il controllo?Il bilancio 2018 è stato un disastro. La società sembra fuori da una attenta e profittevole gestione, come invece lo era nel 2016 è 2017. Cosa è successo?A fronte di ricavi dalle vendite di 146 milioni di euro rispetto a 143 nel 2017 quindi con un +2,1%, i costi di produzione sono esplosi passando da 167 milioni a 178 con un +6,5%.In particolare i costi del personale aumentano del 7,4% e l’acquisto di servizi del 4,5%. Inoltre gli accantonamenti per rischi aumentano di circa 2 milioni.
La conclusione è che l’utile netto crolla da circa 8 milioni nel 2017, ma anche nel 2016, a circa 2 milioni. In percentuale sulle vendite dal 5,4% (in linea con le aziende di settore) al misero 1,5%. Quindi anche ben al di sotto di società analoghe. Questo implica la minor possibilità di investimenti da parte di Etra e rischi di non controllo per il futuro.
Cosa ha da dire il Sindaco Mozzo con il suo assessore alle finanze Colosso?
Osservatorio Economico Sociale di Marostica.