marostica notizie

DONAFLOR, DUE IMPRENDITRICI DELLA CREATIVITÀ

Sonia e Giorgia (madre e figlia) sono due imprenditrici di Thiene che dovrebbero avere una fioreria, ma in realtà non lo è. Oppure i fiori e le piante diventano un modo artistico per la loro creatività. Che in realtà non è proprio loro, ma è una capacità di interpretare le richieste dei clienti con fiori e piante.Quindi non solo composizioni floreali, ma anche vetrine di negozi, ambienti di casa, aziendali, di lavoro, show room. Quindi una creatività allargata utilizzando tutto ciò che la natura offre, anche di esotico come il bao bab, pianta secolare. Ma talvolta pure con i suoni della musica nel loro negozio, per creare quel clima da palcoscenico in cui sembra che fiori e piante parlino tra di loro e con noi.
Insomma un’attività imprenditoriale “strana”, al di fuori della società del bit. Con anche le sue difficoltà di entrare in un progetto creativo, partendo dal silenzio e dall’ascolto poi di una voce dentro se stessi che si amplifica sempre più.Sempre facendo scoprire al proprio cliente valori estetici nascosti con quasi il timore di rivelarli attraverso la bellezza di fiori e piante.
Insomma un negozio di filosofia del bello attraverso la molteplicità di ciò che offre la natura di talvolta complesso e dai mille colori.
Ad ascoltare Sonia e Giorgia si resta a bocca aperta e quasi ci si vergogna di fare attenzione durante la giornata a troppi bit e a pochi sogni floreali.
Osservatorio Economico Sociale di Marostica