marostica notizie

MARICA DALLA VALLE RIMPIANGE LE TANTE INIZIATIVE FATTE PER I SOCI DELLA COOP…NON SOLO LA VENDITA DI SCATOLETTE.

Quando ci siamo trovati al Cuoa per il seminario sui Musei Aziendali, abbiamo avuto modo, essendo vicini di banco, di scambiarci delle idee. Erano alcuni anni che non ci parlavamo. Marica Dalla Valle era entrata nel 2010 in consiglio di amministrazione della Coop in quanto era Presidente dei genitori della locale scuola media su nostra proposta in quanto avevamo chiesto al consiglio di amministrazione maggior attenzione come cooperativa al mondo scolastico. Era poi diventata il nostro braccio destro nella commissione commerciale, di cui mi era stata data la responsabilità.“Ti ricordi che bei tempi e quante cose interessanti abbiamo fatto? Oggi non c’è più niente”. “Eh si Marica mi ricordo benissimo, oggi si vendono solo scatolette, magari con lo sconto per i Soci”.Vogliamo ricordare alcune iniziative?

  • Il Gruppo per gli Acquisti Solidali (GAS). Nel 2010 sono stati installati a Marostica circa 150 impianti per il fotovoltaico con i migliori incentivi. Quello installato sulla Coop rende sui 20.000€ come incentivo all’anno ed è ottimale in quanto consuma tutta l’energia prodotta senza svenderla all’Enel
  • Le borse lavoro per i giovani in difficoltà
  • Le gite sociali con un sacco di iscritti
  • Il corso per computer
  • Il corso di inglese
  • La vendita ragionata di libri di autori locali
  • Il concorso fotografico
  • La ricerca sulla soddisfazione dei Soci con circa 1000 questionari compilati e tesi di Laurea Magistrale per la costruzione di un piano dì marketing, poi affossato.
  • La prima gita in bicicletta.

E quante proposte bocciate, soprattutto da Scomazzon Luigi, timoroso di non poter più “controllare” e correre il rischio di perdere la carega di Presidente. Una fra tutte quella di creare la Coop on line, la vendita via internet invece di continuare con il solito mattone (vedi l’investimento a Breganze). Avremmo anticipato tutti.
E sì proprio bei tempi. Poi la rappresentante sindacale dei dipendenti, chiaramente in modo ignorante e provocatorio, ha affermato in Assemblea che compito della Coop è solo quello di vendere scatolette al miglior prezzo. Poveretta! Il timore delle novità e fuori da ogni innovazione di lavoro in cooperativa.
Questo scritto è anche per chi non conosce il lavoro concreto fatto per sei anni per Marostica da chi scrive ed in collaborazione per tre anni con Marica Dalla Valle, cacciato poi con un calcio in culo dai timorosi delle novità e della perdita della carega, ovviamente con l’accordo della “politica” di allora.
Da questa situazione che ci ha aperto gli occhi e fatto capire l’ambiente “politico” mafioso di Marostica, parte il blog. Crediamo che senza un cambiamento culturale e democratico Marostica resterà un “buco nero” di Città perdendo occasioni ed aziende.
Osservatorio Economico Sociale di Marostica