marostica notizie

IL COMUNE DI MAROSTICA SI RIORGANIZZA. PARTE LA PRIMA FASE DEL SEGRETARIO GENERALE GIUSEPPE LAVEDINI. MA CHE ROBA È?

Appena apparsa la deliberazione della Giunta Comunale sulla riorganizzazione abbiamo collegato l’iniziativa alla perdita di bilancio 2019 di ben 581.000 euro su entrate per circa 9 milioni, coperta, si fa per dire data la comicità della trovata, con una fittizia rivalutazione patrimoniale delle Mura per 5 milioni.

Insomma pensavamo ad una analisi puntuale dei costi per non ripetere nel 2020 la stessa situazione del 2019.

Invece si tratta di un giro di sedie che prevede in particolare:
• “assegnazione all’area Lavori Pubblici dell’ufficio Patrimonio e delle relative competenze e risorse;
• istituzione presso l’area Lavori Pubblici di un unico ufficio Gare ed Appalti che si occupa delle procedure di gara per lavori, forniture e servizi di qualsiasi importo (anche su MEPA) a favore di tutti gli uffici comunali e dell’Unione Montana Marosticense (in fase di chiusure n.d.r.), al quale sarà assegnato con provvedimento del Segretario Generale il personale necessario ad integrare l’attuale dotazione;
• assegnazione all’area Lavori Pubblici di tutte le competenze relative alla pulizia degli stabili comunali;
• assegnazione all’area Lavori Pubblici del compito di supportare l’Area Edilizia-Urbanistica per la realizzazione di cartografie, disegni e progetti, anche relativi a mercati, fiere, eventi, ecc.;”

Quello che risalta ad un “aziendalista” come chi scrive è che l’area Lavori Pubblici diventa, come in una normale azienda, l’ufficio acquisti. Area essenziale e delicata che deve avere personale di massima fiducia ed onesta’. Tant’è che cambiando azienda mi portai dietro la persona responsabile dell’area acquisti, che avevo comprovato appunto di massima fiducia. Le famose “stecche” dei fornitori sono sempre in agguato.

Aspettiamo ora anche un intervento nell’area “Cultura”, che giudichiamo burocratica ed inefficiente.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica