marostica notizie

LA BIANCHIN DICE BRAVI A MOZZO E BUCCO, BUCCO DICE BRAVI A BIANCHIN E MOZZO E QUEST’ULTIMO A BUCCO E BIANCHIN. SI DEVONO EVIDENTEMENTE “POMPARE” TRA DI LORO ALLA PRESENZA DEI CAPI. L’INIZIATORE DEL PROGETTO, CON I FONDI GAL, STEFANO LOVAT NON ESISTE.

Sabato scorso alla presentazione della nuova applicazione informatica che coinvolge Marostica e Pianezze per far conoscere i sentieri locali c’erano i big della Lega Finco e Mara Bizzotto. Forse per controllare se Mozzo ha cominciato a saper parlare. Il progetto si basa sul reale utilizzo dei due uffici turistici finanziati con i soldi del Gal su iniziativa di Stefano Lovat.

Il sentiero del Longhella e quello delle ciliegie cominciano già ad essere trafficati.

Però l’interessante progetto non è stato sviluppato con una visione complessiva perché non è partito nella reale logica di un progetto di marketing.
La base iniziale deve sempre essere una discussione aperta con tutti i possibili soggetti coinvolti (brain storming) e successivamente con una analisi con un questionario su un campione di utenti.

Infatti tra i soggetti che posso attivarsi manca il CAI. Incredibile con una sezione Soci di circa 900 iscritti con molte persone che, anche pensionati, potrebbero in modo volontaristico fare da guida ai vari gruppi di turisti. Basta organizzare e motivare.

Infine Bucco ha presentato una iniziativa interessante della Pro Marostica: l’acquisto di un soft per la gestione della biglietteria delle manifestazioni in funzione anche di creare un data base dei visitatori della città.
Ricordiamo a Bucco che il soft va gestito in una logica di marketing interessante per il turista. Quindi occorre la persona intelligente che lo sa fare. È tra l’altro quello che suggerivamo di fare per Prospero Alpini con il caffè e la botanica. E le due cose possono convivere. E l’Accademia del caffè con i suoi medaglioni distribuiti agli amici della Cuman può andare a farsi benedire.
E nel nuovo sito senza motivazione come personaggio da amare viene messo Natale Dalle Laste, invece del famoso botanico Prospero Alpini. Incredibile! Forse perché il Prospero è patrocinato dall’Opera Pia della Cuman, con la sua Accademia del Medaglione, in guerra con il Pipiesse (Partito della Partita a Scacchi).

In questa logica di promozione turistica, tra l’altro, il sabato e la domenica la fermata del bus andrebbe, se si potesse, fatta nella spettacolare piazza. Per incantare i visitatori. Altro che il parco XXV aprile, dove di solito vanno i cani randagi a fare pipì.

Il nuovo sito turistico di Marostica è www.visitmarostica.eu.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica