marostica notizie

ZAIA IL TROMBONE DEL DISASTRO AMBIENTALE NEL VENETO. È LUI IL RESPONSABILE.

Ha pienamente ragione Tich su Bassanonet con il suo Apocalypse Now. Una analisi lucida che condividiamo.
Il comportamento di Zaia è di grande irresponsabilità e presa per i fondelli con un diabolico uso della comunicazione per intortare i cittadini.

“Ieri mattina a Trissino, proveniente da Arzignano, è arrivato per fare un sopralluogo il governatore Luca Zaia. Uno Zaia in piena forma, adeguato allo stato di crisi, con maglietta della Protezione Civile del Veneto, eroicamente senza ombrello nonostante la pioggia battente, inseguito come sempre da cronisti e telecamere per raccogliere il Verbo delle sue dichiarazioni…..ha ammonito il governo di Roma affinché risponda subito mettendo in atto le procedure degli indennizzi, venendo incontro alle richieste dei veneti “che continuano a pagare le tasse”. ….La cosa che colpisce…è la sua abilità nel richiamare l’attenzione sull’efficienza delle azioni e degli interventi del “POST DISASTRO”….Quello che manca, nelle pubbliche dichiarazioni….è qualsiasi riferimento al “PRIMA DEL DISASTRO”. Vale a dire alla necessità di pensare a politiche di prevenzione e contenimento degli effetti sempre più nocivi degli agenti atmosferici.”

Per Zaia e la Lega la politica ambientale non esiste ed anche Papa Francesco, strenuo difensore della bellezza e della difesa della natura, può andare a farsi benedire.

Ricordiamo che Zaia si è salvato dal Corona virus per due ragioni. Sapeva il pericolo del virus in quanto laureato in veterinaria e non in legge. Poteva contare sull’eccellenza dell’Università di Padova che non aveva mai mollato alle esigenze della Lega di trasformare la sanità in un grande business privato, come in Lombardia con il 50% di morti di Corona virus rispetto al totale Italia.

Insomma ha ragione Tich. “L’unica forma di clima che sta a cuore (a Zaia) è il clima elettorale”. E con un pienone di voti degli allocchi che gli credono. Ma quando la politica diventa con i fatti, non con gli spot paesaggistici mascherati di Zaia, strenua difesa del magnifico Veneto, oggi al primo posto in Italia per superficie cementificata?

Osservatorio Economico Sociale di Marostica