marostica notizie

LE BALLE DI MARIANGELA CUMAN CON LA FANTOMATICA ACCADEMIA DEL CAFFÈ.

Sabato prossimo esordisce l’Accademia del Caffè con un convegno per “la rinnovata effige” di Prospero Alpini su casa Zampieri.

A rigor di logica il convegno doveva essere organizzato dal Centro Studi. Ma si sa ormai siamo alla moltiplicazione dei pesci per “apparire” di più. Anche perché ci sarà l’esibizione in maschera degli “accademici”.

Infatti sulla presentazione leggiamo quella che è la mission dell’Accademia che è propria di un centro studi e cioè sostanzialmente di valorizzare gli studi di Prospero Alpini e di patrocinare iniziative per divulgare la cultura del caffè.
La novità di una ilarità assoluta è il punto in cui si afferma che l’Accademia “favorisce il momenti dell’incontro e valorizza la dimensione sociale del rito del caffè”. Insomma girano il Veneto a bersi il caffè nei vari bar, come è già stato fatto. Non sappiamo se mascherati o meno.

Sono tutti desideri astratti ed avulsi da una reale valorizzazione di Prospero Alpini anche in termini culturale-turistica di Marostica.
Ribadiamo che una seria iniziativa di marketing dovrebbe coinvolgere visitatori e cittadini formando non una Accademia dei quattro gatti, ma una specie di club costruito sul “data base” dei turisti e degli spettatori della Partita a Scacchi.

Chiudiamo con un’osservazione sull’interessante relazione che viene proposta sull’ “Archeologia funeraria dell’antico Egitto”. È evidente l’interesse di Mariangela e dei suoi adepti ad essere mummificati con le opportune tecniche. Al Sindaco, presente, il compito di individuare il sito per la piramide.

Sarebbe stato invece interessante capire la politica di Venezia nel 1500 nei confronti dall’Egitto e dell’impero Ottomano, ai tempi appunto del nostro Prospero Alpini. Noi abbiamo letto con vera curiosità un libro al riguardo.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica