marostica notizie

LE COOPERATIVE NEL MIRINO DELLA DESTRA, CHI LE PAGA? L’ASSISTENZA AI PIÙ DEBOLI È UN REALE PROBLEMA SEMPRE PIÙ GRAVE NEL FUTURO. LA CHIESA VALDESE CON L’8 PER MILLE A VILLA ANGARAN SAN GIUSEPPE.

Casa San Giuseppe, Casa San Francesco, Conca d’Oro, Casa Sichem e Tabita’, Fondazione Pirani, Caritas, Assistenza sociale del Comune, case di riposo per gli anziani…

Nel bassanese abbiamo una miriade di iniziative che affrontano l’assistenza alla popolazione sotto diverse sfaccettature. La matrice comune è comunque di derivazione cattolica. Con delle sorprese nell’ambito della comune matrice religiosa.

Prendiamo ad esempio Villa Angaran San Giuseppe. Era la residenza dei Gesuiti che la hanno ceduta nel 2014 in comodato ventennale al consorzio rete Pictor costituito dalla Cooperativa Sociale Adelante, dalla Fattoria Sociale la Conca d’Oro e dalla Cooperativa Sociale Luoghi Comuni.
Chi finanzia l’iniziativa che per ovvie ragioni non ha le caratteristiche di autofinanziarsi, anche se in futuro a nostro parere lo potrebbe fare? Ma guarda un po’: i protestanti della Chiesa Valdese con l’8 per mille raccolto dai contribuenti. Insomma dai Gesuiti ai protestanti probabilmente più generosi della Chiesa di Roma. Di fondazioni leghiste o simili non c’è l’ombra. Queste iniziative non fanno parte dell’affarismo.

Villa Angaran San Giuseppe presenta caratteristiche interessanti. 4 piani con 40 stanze per ospitalità alberghiera, una decina di costruzioni adiacenti, 4 ettari di terra. Attorno a questa realtà ci sono una serie di progetti: centro diurno per disabili, eventi all’aperto per bambini e famiglie, comunità diurna per minorenni ed adolescenti, ricezione turistica, bar e trattoria con prodotti genuini, spazi per convegni e seminari, centro di meditazione e alimentazione naturale ed infine un antico laboratorio per produzioni artigianali.

Quello che in queste iniziative ci preoccupa è la capacità di gestione. Spesso in iniziative simili c’è troppo volontarismo. Sarebbe opportuna una verifica in questo senso, ma non abbiamo trovato documentazione al riguardo. Cioè la verifica annuale dell’andamento dei progetti con le opportune eventuali correzioni. Non percepiamo una capacità di reale sviluppo delle potenzialità.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica