marostica notizie

Il “LEGHISTA” DI MAROSTICA MATTEO MOZZO SI VERGOGNA. OMETTE, NELLA OPPOSIZIONE ALLA DECISONE DEL TRIBUNALE DI ARCHIVIARE LA QUERELA, IL NOME DELLA PERSONA ACCUSATA ED IL COSTO DELL’AVVOCATO

Ormai siamo in una situazione pietosa e ridicola. Il Tribunale di Vicenza con il Pubblico Ministero continua ad archiviare le denunce del Sindaco leghista Mozzo per le nostre opinioni su alcuni fatti collegati all’amministrazione del Comune. Non sappiamo quali perché non vengono citati. Ed il Mozzo continua a fare opposizione. L’ultima con delibera di Giunta del 31/12/2020.

Tra l’altro nell’ultima querela eravamo M.A., nella precedente con nome e cognome e definiti come “delinquente seriale”, anche se abbiamo vinto finora tutte le querele intimidatorie tentate. Roba da denuncia vera a tutta la Giunta!
Adesso siamo Nessuno. Ormai Mozzo si vergogna a pronunciare il nostro nome e cognome e anche non dice a quanto ammontano i soldi richiesti dall’avvocato per fare opposizione al Tribunale. Si vergogna pure di questo. Non ha il coraggio di dire che è una sua vendetta perché la verità dei fatti gli brucia. Voleva essere il Sindaco della grande Lega, invece di far ridere.

È proprio una farsa ridicola, ma sempre costosa per i Cittadini di Marostica con un vantaggio. Possono assistere, in assenza di altro per il Covid, ad una vicenda significativa per la Lega di Marostica: non dibattiti pubblici magari su Zoom, ma querele con i soldi dei Cittadini. E non ci vengano a dire che il Mozzo “poverino” è un bravo ragazzo!

Per quanto ci riguarda, la nostra unica vera difesa è l’informazione dei fatti ai cittadini. E in questi quasi cinque anni con un lavoro professionale di costruzione di un network, ed un uso di un linguaggio chiaro e diretto ben distinguendo i fatti dalle nostre opinioni, possiamo dire aver raggiunto una audience che in pratica copre tutta Marostica. E ringraziamo sinceramente tutti quelli che ci continuano a dare una mano.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica