marostica notizie

LA SAGA MORESCO SARÀ UNA COMMEDIA SEMPRE PIÙ AVVINCENTE. ARRIVA ANCHE L’AVVOCATO DEI NARCOS PER DIFENDERE “LA FAMIGLIA”. ATTENDIAMO IL NOSTRO REGISTA PANICI, QUELLO DELLA PARTITA A SCACCHI.

Ormai dopo la Partita a Scacchi sarà la “saga” Moresco a dare notorietà a Marostica. Strenuo difensore dei suoi “diritti” di proprietà non gliene frega niente che ci siano dei diritti civili stabiliti da consuetudini e leggi urbanistiche.
Così imbastisce cause a tutto vapore contro qualsiasi cittadino che cerchi di farlo ravvedere. Ma ha cominciato la battaglia con la sua famiglia per la divisione delle proprietà ereditate, andando avanti per trent’anni tanto che alcuni stretti parenti non hanno resistito andando nel regno dei cieli. Si è inventato anche il Trust non capendo però che è un discorso fiscale furbastro, ma non ha alcun valore di rappresentanza legale. Ha insistito, ma gli è andata buca. Succede soprattutto per chi si crede troppo genio.

Ma chi capita sulla sua strada si può aspettare tutti i fuochi di artificio possibili. Adesso nella causa contro dei cittadini di Marostica e dintorni, persa davanti al Pubblico Ministero del Tribunale di Vicenza, ma impugnata davanti al giudice, ha tirato fuori come difensore un famoso avvocato dei narcos, quelli della droga per intenderci. Con studio a Torre Annunziata.
Il figlio Walter commenta la nostra notizia con “c’è chi può”. Non abbiamo capito se il riferimento è al fumarsela o alla possibilità di spesa.
Evidentemente i “magnifici sette” cittadini di Marostica accusati da Moresco e famiglia, e non si sa ancora per che cosa, dovranno evitare qualsiasi avvocato d’ufficio assegnato dal tribunale perché troppo poco rappresentativo ed economico, ma rivolgersi ad un avvocato della CIA, con il beneplacito di Biden. Data l’importanza internazionale della faccenda.

A questo punto passeremo tutta la vicenda con i suoi sviluppi a Panici, il nostro regista della Partita a Scacchi, per il nuovo grande spettacolo ambientato tra Valdibotte, Marostica, Torre Annunziata e la Colombia. Meglio di così non si può per lo sviluppo turistico di Marostica.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica