marostica notizie

LA MENATA DI VALENTINO SCOMAZZON SULLA NUOVA STAZIONE DEI BUS DI MAROSTICA COMINCIA AD INSOSPETTIRCI

Nell’ultimo consiglio comunale non credevamo ai nostri orecchi. Di fronte ad una documentata mozione dell’arch. Costa a nome di tutte le minoranze sull’assurdità dell’investimento nella nuova stazione del bus, Valentino Scomazzon, appoggiato dal Mozzo, si arrampicava sugli specchi con tecnicismi da geometra e sfuggendo a qualsiasi valutazione realistica di impatto sociale, economico ed ambientale. Anzi ha rilanciato annunciando un investimento di ben 275.000 euro rispetto alla prima ipotesi di 150.000 euro. Tanto i peones della Lega stavano zitti pronti ad approvare ed eseguire gli ordini del capo.

Ora siccome non siamo nati ieri e non temiamo querele su nostre opinioni ben motivate, una imposizione così rigida e senza senso dell’investimento ci insospettisce. Per nostra esperienza professionale simili rigidità nascondono altri interessi che possono anche essere di natura personale.

Sarebbe opportuno che della faccenda si interessasse anche il revisore del Comune, oltre ovviamente il segretario comunale.

Invitiamo i lettori a rileggere l’articolo del giornale di Vicenza pubblicato giorni fa di come è stata ben ristrutturata la ex stazione FTV, il cui merito è della precedente amministrazione Dalla Valle. Ora si vorrebbe creare un doppione distante dal centro e tra l’altro utilizzando un terreno che andrebbe invece riqualificato a verde e mantenuto anche come parcheggio per la vicina scuola media.

Ripetiamo che siamo ancora sconcertati ed invitiamo i cittadini ad ascoltare l’incredibile vicenda sulla registrazione YouTube Comune di Marostica, parte finale.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica