marostica notizie

CONDANNATO A GRANCASSA DA LORY MARTUCCI E LUIGI CRESTANI CON ALCUNI CITTADINI DI MAROSTICA “FASCISTOIDI”, MA POI PIENAMENTE ASSOLTO DAL VERO TRIBUNALE. Da qui nasce Marostica senza Censura con la “C” maiuscola!

È opportuno talvolta riflettere sulle regole della democrazia e dell’incapacità ed ignoranza o interesse di molti cittadini nell’applicarle. È il caso che ci è capitato nel 2017 ed il motivo del sorgere di Marostica senza Censura.

Pubblichiamo una serie di articoli critici sulla vicenda del progetto di marketing territoriale dell’associazione Territori del Brenta. È pane per i nostri denti in quanto è proprio una nostra specifica competenza il marketing ed in particolare il posizionamento del prodotto o servizio. Come risposta veniamo querelati con anche una “comunicazione” arrogante e saccente. Il direttivo dell’associazione è formato da Cunico, Astuni e Vallotto.

Su Marostica senza censura, con la “c” minuscola si scatena la Lory Martucci che si sostituisce al Tribunale emettendo già una proposta di condanna che alla fine arriva con “sentenza” di Luigi Crestani. Espulsione preventiva dal gruppo. Non importa se poi la sentenza del tribunale sarà di assoluzione completa con una ampia spiegazione dell’art. 21 sulla libertà di parola ed opinione.
A questa “sentenza” si associano dei cittadini di cui attendiamo ancora le scuse che plaudono alla decisione Martucci – Crestani. Leggete ad alta voce i nomi. Si vantano come esempio di cultura democratica ed obiettività. In realtà sono rimasti ai tempi di Benito Mussolini.

Ma non tutto il male vien per nuocere. Scopriamo che è registrato un Marostica senza Censura con la “C” maiuscola inutilizzato e con pochi iscritti. Siccome non ci manca un certo spirito vendicativo – gogliardico, chiediamo a chi lo ha registrato di diventarne amministratore e farlo crescere con un preciso modello editoriale. Esperienza nell’ambito della comunicazione non ci manca. Ottenuto il consenso ci impegniamo, diventando un importante punto informativo di discussione anche politica a Marostica assieme al blog www.marosticanotizie.it.

Ed ecco come si è sviluppato Marostica senza Censura, con gli insulti della coppia Martucci-Crestani che per distinguersi sono costretti ad aggiungere alla “c”, il “the original”. Originale in che? Nell’emettere false sentenze? Veramente sputtanati e poveretti.

E comunque questo è un chiarissimo caso di cercare di evitare la vera informazione, che è fatta anche di opinioni ed interpretazione degli avvenimenti, non certamente di censure. Ecco perché riteniamo che i social in questi anni abbiamo aperto un mondo informativo che prima era solo in mano a chi manipolava per suoi o altrui interessi. Ovviamente mantenendo un livello di analisi dell’informazione chiara e competente.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica