marostica notizie

ROTARY O NON ROTARY. È UNA INTERESSANTE OPPORTUNITÀ PROFESSIONALE E DI SERVIZIO ALLA COMUNITÀ O UN MODO PER LAVARSI LA COSCIENZA, COME DICEVA GRAMSCI?

Mi proposero di entrare nel Rotary quando ero in Fujifilm. Non sapevo nulla dell’associazione se non che raggruppava in riunioni settimanali dei professionisti ed in qualche modo riconosceva un prestigio della propria attività. Ma per fare che cosa?
Siccome uno dei principi del Rotary è la presenza delle varie professioni cercando di evitare duplicazioni, la cosa mi interessò subito. Quando si opera managerialmente in una certa attività, spesso le conoscenze professionali si limitano al proprio settore. Ritenni estremamente interessante confrontarmi con manager di altre attività, imprenditori, medici, avvocati, docenti, professionisti vari. Insomma con la società operativa in tutte le sue sfaccettature.
Poi ebbi l’opportunità di approfondire lo scopo delle riunioni.

“Lo Scopo del Rotary è incoraggiare e promuovere l’ideale di servizio come base delle iniziative benefiche e, in particolare:
• I: sviluppo di rapporti interpersonali da intendere come opportunità di servizio;
• II: elevati principi morali nello svolgimento delle attività professionali e nei rapporti di lavoro; il riconoscimento dell’importanza e del valore di tutte le attività utili; il significato dell’occupazione di ogni Rotariano come opportunità di essere al servizio della società;
• III: applicazione dell’ideale rotariano in ambito personale, professionale e sociale;
• IV: comprensione, buona volontà e pace tra i popoli mediante una rete internazionale di professionisti e imprenditori di entrambi i sessi, accomunati dall’ideale del servire”.

Interessante anche l’opportunità di fare il Presidente per un anno. Nel Rotary gli incarichi generalmente ruotano annualmente. Il Presidente è fondamentalmente l’organizzatore delle serate ed ha l’opportunità di presentarsi professionalmente. Il filo conduttore della mia annata fu la comunicazione attraverso i libri, presentati dagli autori e discussi con loro. Al termine invitai l’indimenticabile Inge Feltrinelli, per la sua capacità di rilanciare la casa editrice con la presenza diretta sul mercato con i negozi a marchio.
Ovviamente per il suo carattere internazionalista, il Rotary fu chiuso dai fascisti. Infatti girando il mondo si può frequentare liberamente qualsiasi riunione di un Club locale. E fare iniziative di servizio in collaborazione con altri Club di Paesi diversi. Indimenticabile l’incontro con un Rotary Club dell’India centrale col mio gruppo di Avventure o la visita al Museo della natura della baia di Hudson promosso da un rotariano locale.

Le cinque Vie d’azione, che sono alla base delle attività di club sono:
• L’Azione interna è focalizzata sul rafforzamento dei club. Il club di successo è fondato su solidi rapporti e un piano attivo di sviluppo dell’effettivo.
• L’Azione professionale richiede ad ogni Rotariano di operare con integrità e a mettere a disposizione la sua competenza per rispondere ai problemi e bisogni della società.
• L’Azione di pubblico interesse incoraggia ogni Rotariano a trovare modi per migliorare la qualità della vita delle persone in seno alla  comunità in cui vive e ad agire a beneficio del pubblico interesse.
• L’Azione internazionale ingloba le azioni intraprese per allargare la portata delle attività umanitarie del Rotary e per promuovere la comprensione e la pace tra i popoli. Quest’azione viene messa in pratica attraverso la sponsorizzazione o volontariato a favore dei progetti internazionali, cercando la collaborazione di partner all’estero e altro ancora.
• L’Azione giovanile riconosce l’importanza di dare voce e potere ai giovani e giovani professionisti attraverso programmi di sviluppo delle doti di leadership.

Come ogni associazione anche ogni Club Rotary necessita stimoli nuovi, altrimenti diventa un Club di pensionati e di ricordi. Il mio Club, il Bassano Castelli che comprende anche Marostica, è in questa fase. Di rilancio. È quindi alla ricerca di nuovi Soci per riproporre la sua attività con la forza innovativa di giovani professionisti. Per ulteriori informazioni: https://bassanocastelli.rotary2060.org/.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica