marostica notizie

ALL’UNIONE MONTANA MAROSTICENSE ERANO TUTTI BRAVI E CHIUDE PER MANCANZA DI CONTRIBUTI REGIONALI.

Con la legge regionale 2/2020 il Veneto privilegia nei contributi le effettive Unioni Montane rispetto agli enti pedemontani come lUnione Montana Marosticense che quindi al 31/12/2020 si è sciolta.

Le posizioni apicali nel 2020 dell’Unione erano dipendenti a tempo indeterminato, ad eccezione del Segretario, con la seguente ripartizione:

Settore 1 Segreteria e Personale: responsabile CANTELE Massimiliano
Settore 2 Assistenza: responsabile FRISON Michele Angelo
Settore 3 Vigilanza e Protezione civile: responsabile PERIN Michele
Settore 4 Finanziario: responsabile BUSATO Mara
Settore 5 CED: responsabile LAVEDINI Giuseppe (Segretario dell’ente)

L’organico suddiviso per categoria risultava essere:

Istruttore direttivo amministrativo 1
Specialista Assistente sociale 1
Istruttore direttivo Assistente sociale 1
Istruttori direttivi di Vigilanza 2
Istruttore direttivo informatico/amministrativo 1
Istruttori amministrativi 3
Agenti di Polizia locale 7
Istruttore contabile 1 Esecutore amministrativo 1
Collaboratore Prof.le Terminalista 2
Operatori socio – assistenziali 4

La valutazione di performance, ciò del raggiungimento degli obiettivi prefissati, prevedeva una valutazione tra 0 e 4.

3 titolari di posizione organizzativa hanno ottenuto una valutazione tra 3 e 4, mentre 2 hanno una valutazione di 4.
Per i normali dipendenti, 23 hanno una valutazione tra 3 e 4, mentre 2 hanno il 4.

Sembra quindi che tutto abbia funzionato come una meraviglia. Tant’è che vengono anche dati i premi ai dipendenti.

Il discorso della formazione e valutazione dei dipendenti è il cuore di un buon funzionamento di un ente pubblico come di una azienda privata.

Noi ci siamo incuriositi sulla figura di Mara Busato, recentemente sostituita da Sivia Fabris con diploma in lingue e laurea in Comunicazione, e ci siamo sorpresi, ancora una volta. Non tanto questa volta sul diploma e laurea, infatti ha il suo bravo diploma in ragioneria e laurea in Economia, ma per il fatto che gira come una trottola cambiando Ente quasi ogni anno. Infatti è stata assunta al Comune di Marostica il 08.01.2020 e se ne è già andata da un po’. Un dipendente del genere fa discutere soprattutto nella posizione di responsabilità amministrativa, posizione essenziale per il buon funzionamento di un Comune. In una azienda privata avrebbe grossi problemi a trovare un nuovo lavoro.

Comunque oggi tutti i dipendenti dell’Unione sono rientrati formalmente nei loro Comuni e per i servizi si sono attivate delle convenzioni tra i singoli Comuni.
Scopriamo poi che il commissario liquidatore dell’Unione è l’avv. Romano Morra con un curriculum “politico” tutto da leggere. Ne riparleremo.

Una considerazione finale. Ma chi ha avuto l’idea di costituire l’Unione sembra solo con lo scopo di “pompare” soldi dalla Regione? Alla fine questa “storia” quanto è costata?

Osservatorio Economico Sociale di Marostica