marostica notizie

ZERO EURO PER IL POLITEAMA, MA 140.608,32 EURO PER LA CINTA MURARIA DI MAROSTICA. SOLDI VERSATI CON L’”ART BONUS” DAI CITTADINI.

L’idea fu dell’attuale ministro dei Bene Culturali Franceschini nel 2014. Tutti i cittadini possono dare dei soldi per beni culturali, musei, biblioteche, istituti e luoghi di cultura, archivi, aree e parchi archeologici e complessi monumentali. È vincolante che siano iniziative pubbliche. E non serve che siano entità autonome.
La finalità inoltre deve essere di spirito di liberalità in cui il donatore (privato o azienda) in pratica ha solo la sua personale gratificazione. C’è però un vantaggio economico: sulla somma versata: si ha un credito di imposta del 65% da utilizzare in tre anni a partire dall’anno successivo.

Sul sito, molto ben fatto, www.artbonus.gov.it ci sono tutte le iniziative attivate per regione, provincia e comune. Per Marostica abbiamo trovato la Cinta Muraria e il cinema Politeama.

Se per le Mura qualcosa è stato racimolato, per il Politeama siamo a zero. Certo sull’argomento niente di pubblico è stato fatto e anche su questo punto la Giunta leghista è rimasta zitta. Crediamo che pochi cittadini sappiano della faccenda.
In altri paesi quante volte abbiamo visto su teatri, biblioteche, edifici universitari….”con il contributo di…”. Da noi invece qualcuno deve prima morire e fare testamento per lasciare qualcosa alla comunità, come il caso della donazione per la nostra biblioteca. Insomma non c’è entusiasmo ed azione per risolvere ciò che sembrerebbe banale. Tutto resta fermo.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica