marostica notizie

A MAROSTICA IL BILANCIO DEL 2020 SALVATO DAL CONTRIBUTO COVID DELLO STATO. LO SCORSO ANNO DAI 5 MILIONI DI SASSI DELLE MURA. LA GESTIONE REALE IN REALTÀ È SEMPRE IN PERDITA.

Esaminiamo il conto economico del 2020 confrontato con quello del 2019.
I proventi da tributi e da fondi perequativi restano costanti.
Aumentano di ben 1.280.603,35 euro i trasferimenti correnti. In pratica sono i contributi dello Stato per il Covid. Certo c’è una diminuzione di ricavi e proventi delle prestazioni di servizi per circa 326mila euro, ma i soldi in più che lo Stato stanzia per il Comune sono ben maggiori dei minori introiti o delle maggiori spese.
L’aumento dei costi rispetto al 2019 per circa 940mila euro non è dovuto ad ulteriori prestazioni, ma soprattutto a svalutazioni crediti ed accantonamenti per rischi.

Alla fine il bilancio chiude con 394mila euro di utile a fronte di fittizi 4,5 milioni per la rivalutazione delle Mura per 5milioni nel 2019. In realtà la perdita era di 442mila euro.

Quindi il bilancio 2020 di Marostica si salva con i contributi straordinari dello Stato per il Covid. Permane lo sbilanciamento nella gestione ordinaria tra ricavi e costi che senza entrate straordinarie porterebbe ad una perdita stimabile come quella che sarebbe stata nel 2019, senza il “trucco” della rivalutazione delle Mura.

Noi pazienti dopo tre anni stiamo sempre aspettando un dibattito pubblico sul bilancio, primo punto del programma elettorale di Mozzo, che continua a presentare strani buchi. Ne parleremo in dettaglio, leggendo attentamente gli allegati.

Per il prossimo bilancio è prevedibile un contributo straordinario della Befana.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica