marostica notizie

IMPROVVISAMENTE NEL 2020 ETRA AUMENTA L’UTILE. DA QUASI CARROZZONE A FUORISERIE?

Abbiamo esaminato il bilancio 2020 di Etra il cui risultato di un utile di 10,5 milioni rispetto ai 4,7 del 2019 è stato strombazzato come un grande fatto gestionale. E per fortuna i Sindaci soci di Etra hanno pensato bene di non dividerlo, ma lasciarlo come aumento di capitale.

Infatti se esaminiamo attentamente i dati le vendite nette nel 2020, queste sono rimaste stabili nel 2020 rispetto al 2019, pari a circa 148 milioni. Sono aumentati invece i valori delle immobilizzazioni per lavori interni a circa 32 milioni rispetto ai 12 del 2019.
Quindi è aumentato il valore della produzione per i lavori fatti in economia, soprattutto nel servizio idrico integrato. E quindi è aumentato l’utile. Si tratta quindi di una efficienza interna, anche se registriamo un aumento dei costi per servizi da 69 milioni a 82 nel 2020.

Il capitale netto passa da 196 milioni a 239 nel 2020, grazie non solo all’utile accantonato, ma anche ad una rivalutazione dei beni per 24 milioni.

Se guardiamo poi il totale immobilizzazioni, queste ammontano a 484 milioni. Evidentemente sono coperte dal capitale netto per il 49%, il resto dall’indebitamento a breve-lungo.

Diciamo che l’utile è quindi dovuto ad una efficienza interna per lavori in economia e che sul capitale netto porta ad una redditività del 4%. Nel limite minimo per il settore.

Quindi per Etra esistono ancora problemi di redditività delle vendite reali e di capitalizzazione, anche perché non si può sapere se i fenomeni verificatesi nel 2020 saranno riproducibili nei prossimi anni. Sembra piuttosto difficile.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica