marostica notizie

Autore archivio: admin

DA 64 DIPENDENTI NEL 2020 A 82 NEL 2021 AL COMUNE DI MAROSTICA CHE INTANTO PAGA 77.276,06 EURO DI INCENTIVI.

Con la liquidazione dell’Unione Montana Marosticense rientrano nel 2021 i dipendenti per i servizi condivisi con gli altri comuni. Quindi il Comune di Marostica avrà un totale di 82 dipendenti nel 2021 rispetto ai 64 dello scorso anno.

Intanto vengono pagati i premi 2019. A 57 dipendenti vanno 62.415,62 euro, mentre ai 5 capi area vanno 14.860,44. Per un totale di 77.276,06 euro.

Nel 2021 ci sarà la riorganizzazione della struttura comunale prevista dal nuovo segretario comunale Lavedini, che rispetto ai precedenti sembra avere le caratteristiche professionali per la sua attuazione. Non è un semplice verificatore di carte. Ricordiamo che l’organizzazione di un Comune, particolarmente piccolo come Marostica, è fondamentale per la realizzazioni di attività e programmi, indipendentemente dai personaggi politici al governo che oggi ci sono e domani no. Da anni sosteniamo che esiste una criticità organizzativa nel Comune.

E l’organizzazione si basa sulle persone che devono essere qualificate e motivate. Di questo una politica con al potere personaggi senza reali competenze spesso non ne tiene conto ed a questo deve in gran parte supplire la figura del segretario generale che di fatto è come un direttore generale di azienda, responsabile quindi della gestione e del buon funzionamento della “macchina” comunale. Una figura professionale quindi che deve essere anche in grado di bloccare operazioni fallimentari, come l’appalto per il cambio del gestore del gas o spreco di soldi per querele intimidatorie e scritte in modo “mafioso” fatte da Giunte sotto acculturate in termini di conoscenza dei diritti civili, e non un semplice azzeccagarbugli sempre accondiscendente ai vari politici di turno.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica

Il “LEGHISTA” DI MAROSTICA MATTEO MOZZO SI VERGOGNA. OMETTE, NELLA OPPOSIZIONE ALLA DECISONE DEL TRIBUNALE DI ARCHIVIARE LA QUERELA, IL NOME DELLA PERSONA ACCUSATA ED IL COSTO DELL’AVVOCATO

Ormai siamo in una situazione pietosa e ridicola. Il Tribunale di Vicenza con il Pubblico Ministero continua ad archiviare le denunce del Sindaco leghista Mozzo per le nostre opinioni su alcuni fatti collegati all’amministrazione del Comune. Non sappiamo quali perché non vengono citati. Ed il Mozzo continua a fare opposizione. L’ultima con delibera di Giunta del 31/12/2020.

Tra l’altro nell’ultima querela eravamo M.A., nella precedente con nome e cognome e definiti come “delinquente seriale”, anche se abbiamo vinto finora tutte le querele intimidatorie tentate. Roba da denuncia vera a tutta la Giunta!
Adesso siamo Nessuno. Ormai Mozzo si vergogna a pronunciare il nostro nome e cognome e anche non dice a quanto ammontano i soldi richiesti dall’avvocato per fare opposizione al Tribunale. Si vergogna pure di questo. Non ha il coraggio di dire che è una sua vendetta perché la verità dei fatti gli brucia. Voleva essere il Sindaco della grande Lega, invece di far ridere.

È proprio una farsa ridicola, ma sempre costosa per i Cittadini di Marostica con un vantaggio. Possono assistere, in assenza di altro per il Covid, ad una vicenda significativa per la Lega di Marostica: non dibattiti pubblici magari su Zoom, ma querele con i soldi dei Cittadini. E non ci vengano a dire che il Mozzo “poverino” è un bravo ragazzo!

Per quanto ci riguarda, la nostra unica vera difesa è l’informazione dei fatti ai cittadini. E in questi quasi cinque anni con un lavoro professionale di costruzione di un network, ed un uso di un linguaggio chiaro e diretto ben distinguendo i fatti dalle nostre opinioni, possiamo dire aver raggiunto una audience che in pratica copre tutta Marostica. E ringraziamo sinceramente tutti quelli che ci continuano a dare una mano.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica

SCONFITTO IL COVID MESSICANO: CON L’ASPIRINA E LA VITAMINA D.

Un po’ di panico c’è l’ho avuto per via l’età. Quando ho cominciato ad avere mal di testa e bruciore agli occhi. E camminando mi sentivo affaticato. Mi dovevo fermare.

Sono quindi andato a vedere cosa proponevano come cura le varie informazioni su internet. Ovviamente mi sono anche consultato con un medico locale. A questo punto mi sono fornito del misuratore di ossigeno nel sangue e del battito cardiaco. Poi alla sera subito 400 milligrammi di aspirina con vitamina C, che ho sempre con me, come potente antinfiammatorio e anticoagulante del sangue. Alla mattina un multivitaminico e a mezzogiorno una pastiglia di vitamina D, come rafforzamento delle difese immunitarie.

Non ho avuto problemi di inappetenza. Anzi avevo più appetito del solito. E non mi sono fatto mancare il mezzo bicchiere di Vasco Viejo, un buon vino rosso argentino.

L’ossigeno nel sangue restava stabile nella misura normale. Dopo due-tre giorni il mal di testa è sparito. E dopo cinque giorni mi sembrava di stare normale. Mi sono rimasti gli occhi un po’ secchi. Ma alla fine, per ultimi, si sono umidificati anche gli occhi.
Il medico locale mi ha consigliato una camminata in giardino di 30 minuti al giorno per superiate eventuali problemi di tachicardia e regolare il battito del cuore. Tra poco riprenderò i miei 9 km giornalieri, andando e tornado dalla piazza del paese.

Mi sento fortunato e credo che questo virus colpisca pericolosamente le persone che in qualche modo sono debilitate. Approfitta delle situazioni con criticità di salute. Bisogna veramente fare la massima attenzione. Basta una imprudenza e te lo becchi.
Dopo aver letto di tanti morti, soprattutto di età vicina alla mia, mi sembra di essere un sopravvissuto. Forse anche influenzato dalla campagna stampa.
Certo che cercare di fare una vita sana ha il suo peso e porta a risultati più che tante medicine. E dovrò continuare a farlo con impegno.

Qui come medicina è di moda l’Invermectina utilizzata normalmente contro infestazioni da pidocchi, scabbia, ecc., soprattutto per gli animali, ma ritenuto non idoneo dai vari ministeri della sanità sudamericani per le persone. E comporta rischi neurologici. Ma scatta l’irrazionalità di ingurgitare tutto. Anche la varechina diluita come consigliava Trump.

Siccome i sintomi del COVID hanno proprio le caratteristiche di una influenza/bronchite/polmonite credo che un buon vaccino possa farlo rendere innocuo. Non dovrebbe essere difficile. Ma certamente ci ha cambiato la vita, da come eravamo abituati. E comunque ai primi sintomi occorre curarsi subito. Non aspettare.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica

LA GIUNTA LEGHISTA DI MOZZO A MAROSTICA HA LE TOPPE SUL CULO ED INVESTE IN UN RISTORANTE!

Come è finanziata la ristrutturazione del ristorante del Castello Superiore? Abbiamo trovato la relativa delibera:

1. 370.000 euro con un mutuo della Cassa Dep. e Prestiti SpA
2. 183.000 euro di mezzi propri
3. 117.000 euro di quote prestiti non utilizzati dal 1980 al 1991.

In totale la spesa prevista è di 670.000 euro. Quindi non esiste alcun finanziamento a fondo perduto o agevolato.

A questo punto ci siamo posti la domanda se l’investimento per il Ristorante rientra negli investimenti “sociali” che un Comune deve fare. Ma non era forse meglio vendere la struttura ed impiegare in altro modo i soldi? A noi sembra una ipotesi realistica e plausibile data la situazione di bilancio del Comune.
Ci sfugge la logica della Giunta leghista che invece voleva vendere la piscina, bene di utilità pubblica per eccellenza.

E su questa importante problematica di ristrutturazione del Ristorante è mancata qualsiasi discussione con i cittadini. Non è stata fatta alcuna scaletta di priorità sociale per gli investimenti.
Però nel senso della vendita abbiamo sentito più persone favorevoli, anche perché ci è stato detto che precedentemente la struttura era di un privato. Poi negli anni ‘50 fu acquistata dal Comune è trasformata in ristorante. Ma erano altri tempi. Di gente con minimo di lucidità e contro palle.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica

SE IL COMUNE DI MAROSTICA VA IN PERDITA I CITTADINI PRO CAPITE PAGANO I SERVIZI.

Noi continuiamo a dire che il bilancio del Comune di Marostica è a rischio. Invece per i nostri “contabili” leghisti tutto va bene perché ci sono ancora soldi in cassa.
Siccome la Giunta della Lega ha nascosto tutti i buchi del passato ovviamente in accordo con l’opposizione, sarà difficile che il bilancio segua una logica di definizione di responsabilità e budget zero. Cioè si imposta un budget a costi indispensabili con la struttura efficiente necessaria.

Se prendiamo la tabella dei servizi ai singoli cittadini vediamo che c’è una differenza tra entrate e costi di circa 899.000 euro. Una cifra importante. Se andiamo a vedere nel dettaglio i costi più impegnativi per il Comune sono:

1. Gli asili nido per 354.000 euro
2. Il trasporto scolastico per 184.000 euro
3. La mensa scolastica per 127.000 euro
4. Gli impianti sportivi per 110.000 euro
5. Le spese funebri per 83.000 euro

Il Comune a norma di legge può coprire interamente questi costi perché non è in deficit. Ecco perché sono tutti d’accordo nell’inventore tutti gli artifici contabili possibili per dimostrare che il bilancio del Comune non è in perdita.

Quindi il problema non è affrontato, ma sempre rinviato ovviamente prima di tutto tagliando gli investimenti in proprio che implicherebbero degli oneri finanziari non sostenibili evidenziando subito una perdita nel conto economico.

Noi lo ripetiamo seguiremmo un’altra logica, anche perché ci sono precise responsabilità per le colossali perdite avute…appalto del gas, oneri di urbanizzazione, Politeama, piscina…

Noi continuiamo la nostra attività informativa, sperando in tempi migliori.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica

PERCHÉ IL COMUNE DI MAROSTICA NON FA DEI MUTUI PER FINIRE O FARE INVESTIMENTI? NON PUÒ PERCHÉ È ECONOMICAMENTE INCHIODATO!

È una domanda che ci siamo più volte posti. Perché il Comune per interessi passivi sui mutui spende all’anno solo circa 107mila euro, quando a norma di legge potrebbe spenderne altri 800mila? Quindi avrebbe la possibilità di avere finanziamenti in forma di mutui per chiudere storie in sospeso ormai da decenni. Vedi ad esempio il Politeama ed il completamento della piscina con anche una vasca esterna per l’estate. Ricordiamoci però che tutti gli investimenti attualmente in programma sono con fondi pubblici e quindi non entrano negli impegni diretti del Comune. Infatti sono solo le manutenzioni varie che vengono fatte con fondi propri. Perché?

Anche la famosa nuova stazione del bus è finanziata totalmente dallo Stato, ed è probabilmente per questo che si vuole farla, non perché sia utile. “Fasemo tanto gavemo i schei”. Questa sembrerebbe la logica. Piuttosto perversa. Altro che mantenere l’ottima posizione centrale dell’ex stazione FTV.

Il Comune non fa mutui perché non può! I costi degli interessi porterebbero subito in perdita il conto economico. Lo scorso anno per avere un utile nel conto economico si è inventato l’artificio contabile di valorizzare le Mura, appena ricevute in regalo dallo Stato e quindi a zero euro, per ben 5 milioni. È quindi stato un fantastico contributo di sassi dello Stato, seppure non monetizzabile, alla nostra squattrinata Giunta leghista evidentemente con le toppe sul c… Parte dei soldi “inventati” sono serviti appunto per coprire il buco di bilancio del 2019.

Il documento di previsione, il famoso DUP, continua a parlare in termini di soldi che entrano e soldi che escono. Un discorso solo finanziario, non economico. Alla lunga però i nodi verranno al pettine anche perché rimangono ancora dei crediti inesigibili di circa 500mila euro. Che dovranno pur entrare nel conto economico. E sarà un’altra perdita.
Osservatorio Economico Sociale di Marostica

MI SONO BECCATO IL COVID MESSICANO, MA HO AVUTO SOLO UN PO’ DI MAL DI TESTA….PER ORA!

Eh…sì abbiamo girato un po’ a Guadalajara frequentando alcuni edifici pubblici per necessari documenti vari. Sempre con la mascherina e stando attenti. Siamo stati poi a prendere un caffè ed in un ristorante per il lunch. Ovviamente all’aperto e distanziati. Poi siamo tornati ad Ajijic.

A casa dopo due-tre giorni lei non si sentiva bene: soprattutto un forte mal di testa e bruciore agli occhi. Il tampone fatto è risultato positivo. Certamente il Covid me lo sono preso anch’io. Anche se non ho ancora fatto il tampone. Infatti ho avuto un po’ di mal di testa e un po’ di bruciore agli occhi. Adesso mi è passato. Per il resto normale, anche l’ossigeno nel sangue. Sapori ed olfatto ci sono. Ho anche più appetito. L’unica cosa che mi aveva un po’ allarmato è che nella solita passeggiata quotidiana mi ero affaticato di più.

Il medico dice una forma leggera di Covid. Comunque alla sera pastiglia di aspirina ed alla mattina un multi vitaminico. Per il momento niente altro. La tachipirina pronta per la febbre, che al momento non c’è. Prenderò anche della vitamina D.
Credo che nel mio caso valga il fatto che ho un corpo non intaccato da malattie e che viaggiando in giro per il mondo ho accumulato degli anticorpi robusti e pronti a reagire, perché di situazioni potenzialmente pericolose ne ho trovate parecchie.

Siamo comunque barricati in casa ed è saltato il pranzo di Natale a casa dei genitori di lei con i fratelli. Peccato! Era una conviviale simpatica e divertente.

Ma comunque me lo aspettavo. Un virus in pratica non controllato, come invece è stato in Cina, ce lo prendiamo tutti. A meno di non essere sempre barricati in casa. Poi qui in Messico i controlli sono piuttosto allegri e non rigidi. Adesso vedremo l’effetto vaccino.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica

UNA BUONA PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE DEL COMUNE DI MAROSTICA. SI SENTE LA MANO PROFESSIONALE DI LAVEDINI.

Chi dice che siamo sempre critici? Ad ascoltare Colosso più vari assessori nell’ultimo Consiglio Comunale abbiamo capito che finalmente con Lavedini come nuovo segretario comunale, dopo quelli che sono scappati, dovrebbe essere arrivato un personaggio con vere capacità organizzative in grado di mettere a fuoco le singole problematiche del Comune e formalizzare le varie responsabilità degli assessori e relativi uffici. Assente a questa importante riunione il Sindaco. Avrebbe dovuto essere lui il regista, anche se evidentemente manca di relative competenze.

Comunque ringraziamo il Beato Lorenzino. Sembra abbia fatto un vero miracolo per i marosticensi. Abbiamo sentito della buona musica per i nostri orecchi di rigorosi aziendalisti. Dopo anni di confusione per non dire altro, per evitare ulteriori querele.

Apprendiamo che il Comune non aveva un sistema informatico unico e valido per tutti gli uffici. Con ovvio ricorso alla manualità e possibilità di errori. E si sta provvedendo. Finalmente poi, come in tutte le aziende con l’istituzione dell’ufficio acquisti, ci sarà un unico ufficio gare ed appalti. Insomma si sta finalmente mettendo seriamente mano ad una vera organizzazione del Comune. Che non c’era.

Anche perché c’è stata una vera esplosione dei costi anche causa del Covid. Colosso comunica infatti che si passa da 576,34 euro per cittadino nel 2019 a 675,84 euro nel 2020. Un incremento del 17,3%!
È un periodo quindi difficile e che richiede la massima ottimizzazione delle risorse con la migliore organizzazione.

Non vogliamo dilungarci oltre. Riteniamo l’esposizione del documento programmatico un bel Regalo di Natale. Riprenderemo con singoli articoli i vari punti esposti con le singole responsabilità. Ed ovviamente le nostre sempre attente osservazioni.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica 

I REGALI DI NATALE DEL COMUNE DI MAROSTICA AGLI ASILI NIDO, A COOP ADELANTE…. PRO MAROSTICA. E A NOI?

Il Natale si avvicina ed il Comune non poteva non deliberare:

1. Un contributo di 71.511,6 euro a favore delle scuole d’infanzia paritarie “Scuola Materna Beato Lorenzino” e “Fondazione Scuola Materna Prospero Alpini” per il periodo settembre-dicembre 2020.
2. A Coop Adelante in totale insieme ai Comuni di Pianezze e Colceresa 37.000 euro per il progetto “giovani”.
3. Alla Pro Marostica 2.000 euro per “spese gestione ufficio turistico e attività promozionali “ e 6.956,12 euro per “spese Pro Marostica a fini turistici”.

Noi speravamo che ci arrivasse almeno il panettone, con tanto di delibera comunale a firma del solito Noto, dopo tanto lavoro informativo con spirito di puro volontariato e dovere civile. Ed invece niente. Anzi le querele con spreco di denaro pubblico sono sempre all’orizzonte…..

NOI COMUNQUE AUGURIAMO A TUTTI I MAROSTICENSI UN BUON NATALE, PENSANDO SEMPRE CON OTTIMISMO CHE SIAMO TUTTI QUI PER “SOPRAVVIVERE“, ANCHE AI VIRUS, NEL MIGLIORE DEI MODI.
CON LA RESPONSABILITÀ E LA SOLIDARIETÀ SEMPRE DI TUTTI.

Osservatorio Economico Sociale di Marostica

UNA FAVOLA INCREDIBILE: SPOSARSI IN MESSICO CON LA RAGAZZINA CONOSCIUTA TRENT’ANNI FA A PUERTO ESCONDIDO.

La ho conosciuta esattamente a fine dicembre del 1988, quando alla ricerca di una spiaggia selvaggia ero finito a Puerto Escondido, in Messico. Ero a godermi il tramonto all’entrata-terrazzo dell’hotel quando apparve lei, una splendida ragazzina di 23 anni, con due sue amiche. Aveva una grossa valigia così l’aiutai e diventammo amici. Dopo la vacanza insieme ci siamo persi, ognuno con la sua vita. Poi quattro anni fa ci siamo ritrovati. E una settimana fa ci siamo addirittura sposati. Mi sembra proprio una favola.

Al matrimonio nel giardino dell’hotel con una meravigliosa vista del lago Chapala, ho fatto un discorso parlando lentamente in italiano, spiegando che lo dovevo fare perché così usavo la lingua di Dante e della poesia romantica. E questo viene ben percepito dagli stranieri. L’italiano suona come la lingua dell’amore.
Mio testimone è stato un simpatico amico inglese che vive da 12 anni ad Ajijic. Per la sposa il papà (88 anni) che, con la moglie a fine cerimonia, ci ha benedetti facendo su di noi il segno della croce. È intervenuto alla cerimonia civile officiata dal giudice della Municipalità di Chapala anche padre Santiago, un amico di famiglia, con un breve discorso di augurio. Adesso sono quasi diventato messicano e non avrò problemi di entrare ed uscire dal Messico quando voglio.

Alla cerimonia ho anche invitato Carole, americana residente ad Ajijic come molti compatrioti, la simpatica presidente del Rotary locale, che mi ha sempre invitato alle loro riunioni.

Mentre sopra la testa degli invitati, una trentina, roteava anche un drone per ulteriori riprese, il Trio dei Mariachi cantava a squarciagola.

Marisa, la fotografa ufficiale, sta probabilmente preparando un avvincente filmato: “Il segreto delle nozze messicane”.

Postate alcune foto su fb ho ricevuto numerosi commenti e felicitazioni. Divertente e veritiero il commento di Felice: “Ah..adesso ho capito perché viaggi”. Tra le tantissime felicitazioni, particolarmente gradite sono state quelle dei coordinatori vicentini di Avventure nel Mondo, che in una riunione con Zoom hanno brindato alla nostra felicità.

A.M.